SULLA TOMBA DEL FRATELLO PARAFRASI

SULLA TOMBA DEL FRATELLO PARAFRASI

Sulla tomba del fratello

Catullo


Venuto fra tante distese di genti e di acque,
giungo, o fratello, alle tue spoglie sventurate
per rendere l’omaggio supremo dovuto alla morte
e dire vane parole al tuo cenere muto,
poiché la fortuna mi tolse la tua umana presenza,
sventurato fratello a me ingiustamente rapito.
Ma l’offerta, secondo l’antico costume dei padri,
come ultimo triste saluto rivolto alla tomba,
accoglila aspersa di molto pianto fraterno;
e ancora, o fratello, salute in eterno, e addio.

Parafrasi

Dopo aver vagato per molti paesi e molti mari,
finalmente giungo alla tua tomba sfortunata
per rendere le ultime offerte a causa della tua morte
e dire parole inutili al tuo corpo inerte ridotto in cenere,
dal momento che il destino mi ha privato della tua presenza fisica
o sfortunato fratello, toltomi ingiustamente.
Ma tu accogli la mia offerta, secondo la tradizione antica dei nostri avi,
come ultimo saluto triste rivolto alla tua tomba,
bagnata dalle mie lacrime fraterne;
e ancora ti saluto per l’eternità e ti dico addio.