LE AVANGUARDIE

LE AVANGUARDIE

Le avanguardie

Dallo stesso disagio della civiltà di cui parla Freud deriva l’esperienza delle cosiddette avanguardie storiche: Cubismo, Espressionismo, Futurismo, Cubofuturismo russo, Dadaismo e Surrealismo.

Il termine “avanguardie” appartiene al gergo militare, ma viene ripreso in ambito artistico per indicare una serie di movimenti organizzati, che si propongono di rompere completamente con la tradizione e di innovare i linguaggi delle varie arti.

La cultura delle avanguardie presenta alcuni caratteri comuni:

Opposizione al Naturalismo e al Decadentismo: alla rappresentazione oggettiva della realtà propria del Naturalismo le avanguardie oppongono l’arte come visione soggettiva ed espressione dell’inconscio; all’idea dell’arte come contemplazione e come conoscenza privilegiata della realtà, che sono tratti distintivi del Decadentismo, le avanguardie oppongono l’idea dell’arte come produzione, tecnica materiale, azione e gesto provocatorio. Si arriva a teorizzare la morte dell’arte, che, diventando azione diretta o trasformandosi in oggetto, viene a patti con il mondo delle tecniche e delle macchine, perdendo la sua autonomia e rinunciando alla sua stessa esistenza. Un fenomeno tipico della società di massa, denunciato innanzitutto dai Dadaisti, è quello dell’estetizzazione diffusa: se tutto deve essere bello, l’arte come fenomeno separato non esiste più. Si arriva a sostenere la proposta di distruggere i musei.

All’arte come espressione del genio di un singolo artista si sostituisce l’idea dell’opera artistica come attività di gruppo e come strumento di provocazione; le avanguardie vedono l’arte come un mezzo di rivolta anarchica o come uno strumento per la rivoluzione socialista.

Le avanguardie sono internazionali, poiché si diffondono in diversi Paesi, e coinvolgono tutte le arti, dalla pittura alla scultura, all’architettura, alla musica, alla letteratura, sperimentando tutte le tecniche.

Tra le avanguardie, quelle che maggiormente interessano la storia della letteratura sono l’Espressionismo e il Futurismo.