I TRATTATI DI PACE

I TRATTATI DI PACE

I TRATTATI DI PACE


  • Si svolsero a Parigi a partire dal mese di gennaio del 1919
  • Vi parteciparono solo le potenze vincitrici
  • Non si tenne conto dei “Quattordici punti” proposti dal presidente USA Wilson basati sul diritto dei popoli all’autodeterminazione
  • Pace punitiva” nei confronti della Germania considerata la responsabile della guerra:-perdeva il diritto di ricostituire un proprio esercito;-perdeva tutte le colonie;-doveva pagare un’indennità enorme (in denaro,carbone,cessione navi,bestiame,etc.) che ne impedivano lo sviluppo economico

LE TRASFORMAZIONI POLITICHE

  • Cessano di esistere gli Imperi austro-ungarico,turco e russo;
  • Nascono nuovi Stati: Finlandia, Estonia,Lettonia,Lituania,Polonia,Cecoslovacchia,Jugoslavia,Ungheria
  • L’Austria riduce la sua estensione territoriale, le viene impedito lo sbocco al mare e il diritto di unirsi con la Germania;
  • L’Alsazia e la Lorena furono assegnate alla Francia;
  • La città di Danzica venne dichiarata “città libera” mentre parte dei territori sul baltico, già tedeschi, passarono alla Polonia;
  • L’Italia ottenne meno di quanto stabilito dal Patto di Londra: -in Dalmazia ottenne solo la città di Zara;-la città di Fiume venne dichiarata “città libera”;-il Dodecaneso e la Libia conquistati nel 1912 furono riconfermati;ottenne poi il Trentino e Trieste, il Tirolo meridionale (Alto-Adige),l’Istria e qualche isola del Quarnaro;
  • Francia ed Inghilterra ottennero le colonie tedesche e si divisero i domini dell’Impero turco in Medio oriente (Iraq,Siria,Libano,Yemen,Palestina) sotto forma di protettorato per controllare la produzione di petrolio.

I NUOVI EQUILIBRI POLITICI INTERNAZIONALI

La prima guerra mondiale sancì in modo definitivo il declino dell’Europa come polo fondamentale degli equilibri internazionali ed affermò gli Stati Uniti come la nuova potenza mondiale. Gli Stati Uniti, infatti, furono i veri vincitori del conflitto: avevano pagato un costo umano modesto per la vittoria dell’Intesa,avevano prestato i capitali necessari alla vittoria e tutti gli stati europei avevano bisogno degli USA; i vinti erano distrutti e i vincitori erano gravemente indebitati, mentre gli americani si erano arricchiti.

Dopo millenni di storia in cui l’Europa è stata al centro del mondo e lo ha dominato, a partire dai primi decenni del Novecento si afferma un nuovo quadro mondiale che vede al centro gli STATI UNITI, come potenza determinante dei cambiamenti politici, economici e sociali. E…la storia continua ancora oggi.