WILLIAM WYLER

WILLIAM WYLER


William Wyler è stato un regista statunitense di origine tedesca. E’ nato a Mulhouse il 1º luglio 1902 (114 anni fa); nella sua carriera ha ricevuto ben 12 nomination all’Oscar per la regia, vincendolo in tre occasioni. Il suo film di maggior successo è Ben-Hur (1959), vincitore di 11 premi Oscar.

Fra il 1943 e il 1945, Wyler, entrati in guerra gli Stati Uniti d’America, per tre anni è attivo come regista impegnato sul fronte, con documentari che filmano la realtà della seconda guerra mondiale, fra cui “La Bella di Memphis: Storia di una fortezza volante” e “Colpo di fulmine”. Quest’ultimo racconta dei combattimenti degli squadroni di aerei bombardieri statunitensi P-47.

Durante l’avanzata americana, il regista segue le truppe a Salerno e filma la vita dei soldati sul fronte e molti bombardamenti, fra cui il bombardamento aereo di Battipaglia nel giugno-settembre 1943, che rase al suolo completamente la città con centinaia di vittime. Wyler fece montare le telecamere direttamente sui bombardieri per documentare l’atroce effetto delle bombe che polverizzarono la città e falcidiarono la popolazione.

Nel 1946, finiti tre anni di documentazione bellica, il regista torna sull’argomento con un film di grandissimo successo: “I migliori anni della nostra vita” (The best years of Our Lives), che racconta la storia di tre reduci di guerra e che gli fa vincere il Premio Oscar come miglior regista dell’anno, e complessivi sette Academy Award.

Seguono altri successi fino all’ultimo suo film, “Il silenzio si paga con la vita” (The Liberation of L.B. Jones, 1970), che lo dirige all’età di sessantotto anni. E’ deceduto a Los Angeles il 27 luglio 1981, all’età di 79 anni.

Fonte: Wikipedia

/ 5
Grazie per aver votato!

Privacy Policy

Cookie Policy