SAN MARTINO DEL CARSO ANALISI DEL TESTO

SAN MARTINO DEL CARSO ANALISI DEL TESTO

SAN MARTINO DEL CARSO ANALISI DEL TESTO

SAN MARTINO DEL CARSO ANALISI


Giuseppe Ungaretti

San Martino del Carso
Valloncello dell’Albero Isolato il 27 agosto 1916
Di queste case
non è rimasto
che qualche
brandello di muro
Di tanti
che mi corrispondevano
non m’è rimasto
neppure tanto
Ma nel mio cuore
nessuna croce manca
E’ il mio cuore
il paese più straziato

Metrica
Il componimento si articola in due strofe di quattro versi e due di due versi.
Il ripetuto ricorso all’enjambement serve a isolare le parole a cui è attribuito particolare valore.
Nella poesia compaiono le caratteristiche tipiche della raccolta Allegria: versi di varia lunghezza, privi di punteggiatura, uso della maiuscola a inizio di ogni strofa, assenza di rime tradizionali, numerosi spazi bianchi e pause di fine verso.

Analisi del testo.
La poesia contiene immagini di desolazione e di morte legate alla guerra.
-Nella prima strofa le immagini di distruzione riguardano le cose materiali, le case di cui non rimane che “qualche brandello di muro”.
-Nella seconda strofa la distruzione coinvolge i compagni morti, di cui nulla è rimasto, neppure pochi resti.
-Nella terza strofa il poeta sottolinea che il ricordo di coloro che con lui avevano avuto una relazione di affetti non si cancella.
-Nella quarta strofa il poeta stabilisce una relazione tra la distruzione materiale e quella umana (“paese” e “cuore”). Quest’ultima è la distruzione più dolorosa.

Commento
La distruzione di San Martino del Carso è associata per analogia al cuore del poeta. All’immagine della distruzione materiale del paese corrisponde quella del completo annullamento degli affetti più cari. San Martino è quasi completamente distrutto, ne resta in piedi solo qualche frammento di muro, ma delle persone care al poeta non resta neppure questo, neppure i loro resti nei cimiteri. Eppure, di tutti loro nel cuore del poeta non manca il doloroso ricordo. San Martino è un paese straziato, ma ancora più distrutto e più sconvolto è il cuore del poeta.


SAN MARTINO DEL CARSO ANALISI