Riassunto Itaca per sempre

Annunci

Riassunto Itaca per sempre

Riassunto Itaca per sempre


Il romanzo inizia con l’arrivo di Ulisse ad Itaca, l’incontro con Eumeo e il figlio Telemaco e il travestimento da pitocco per non farsi riconoscere dai Proci. E fino a qui la storia è tale e quale all’Odissea. Ma in questo punto, Malerba comincia il suo volo letterario, facendosi la domanda che forse tutti, sui banchi di scuola, ci siamo fatti: come può Penelope non riconoscere il marito?
In un continuo scambio di monologhi interiori tra moglie e marito si costruisce la splendida storia di Malerba, che vede da una parte una Penelope risentita e addolorata, che arriva, vista l’incapacità di comprendere il motivo della non rivelazione del coniuge, a diventare superba e maligna, di fronte ad un Ulisse che, anche dopo aver sterminato i Proci e averle dato prova della sua identità, non viene creduto. “L’astuto, l’ingegnoso, il menzognero, lo spavaldo, il temerario Ulisse si agitava come un uccellino preso nella pania, le sue mani tremavano e i suoi occhi stillavano lacrime vergognose che invano tentava di nascondere”, narra Penelope nel momento del suo rifiuto.
Malerba conduce la narrazione in un crescendo di pathos, fino allo scioglimento finale, che prevede ancora una volta un distaccamento radicale dall’Odissea, dove Tiresia predice ad Ulisse che la sua vita finirà nel mare. In Itaca per sempre il finale è affascinante e forse non troppo distante da come sono andate davvero le cose ad Ulisse: come afferma lo stesso Malerba nella postfazione, la sua idee è forse la più “semplice e seducente”.

/ 5
Grazie per aver votato!

Privacy Policy Cookie Policy

error: Content is protected !!