Annunci

I CROCIATI

I CROCIATI

Le crociate sono state le guerre combattute dai cristiani contro gli “infedeli” allo scopo di liberare il sepolcro di Cristo dagli eretici e di conquistare la Terra Santa (Islam). Il termine nasce a metà del XIII secolo e deriva da “crucesignati” (croisés), ovvero combattenti sotto l’insegna della croce. Gli infedeli in questione erano i musulmani ed i crociati nascono come uomini motivati da un forte spirito religioso, che si organizzarono per dei pellegrinaggi armati. Ben presto, alla fine del XI secolo la motivazione diventa decisamente più profana, il desiderio di acquisire nuove terre per ovviare a problemi di eccedenza demografica e la possibilità di fare fortuna da parte di mercanti e di cavalieri sostituiscono fini più nobili. C’è da dire che fino al VII secolo la conquista araba non aveva in alcun modo ostacolato i pellegrinaggi in terra santa. Tuttavia ci pensò il califfo al-Hakim nel 1009 a far distruggere il Santo Sepolcro, suscitando notevole “disappunto” da parte dei cristiani, in attesa del millenario della Crocefissione. Questa manovra politicamente poco astuta portò ad un’intensificazione dei pellegrinaggi ed ad inasprimento della controffensiva cristiana che era in corso su tutte le frontiere (marittime e terrestri). L’esercito cristiano poteva contare sulla Spagna libera, le Repubbliche marinare i Normanni d’Italia e Bisanzio, i musulmani invece, verso la fine del X secolo furono governati dai Turchi Selgiuchidi, molto più bellicosi e fanatici degli Arabi. Infatti i Turchi conquistarono in poche decine d’anni la Persia, la Mesopotamia, l’Egitto, la Siria e Gerusalemme.

/ 5
Grazie per aver votato!

Annunci
Annunci

Privacy Policy Cookie Policy

error: Content is protected !!