GELSOMINO NOTTURNO FIGURE RETORICHE

GELSOMINO NOTTURNO FIGURE RETORICHE

Figure retoriche
Onomatope v. 6 bisbiglia – v. 13 sussurra – v. 16 pigolio
Enjambement  vv.9-10 (si esala/l’odore di fragole rosse), vv. 13 (sussurra/trovando già prese le celle),
 vv. 17-18 (s’esala/l’odore che passa)

Sinestesia= v. 10 (odore di fragole rosse)
Metonimie= v. 6 (una casa bisbiglia) [sono le persone dentro la casa a bisbigliare] e v. 7 (dormono i nidi) [sono le nidiate a dormire, i piccoli uccellini]
Similitudine=vv. 7 -8 (Sotto l’ali dormono i nidi, come gli occhi sotto le ciglia)
Chiasmo= vv. 7-8 (ali/ciglia – nidi/occhi)
Metafore
v. 9 calici aperti e v. 10 fragole rosse= metafore dell’organo sessuale femminile
vv. 13 e segg. l’ape che trova le celle occupate–>esclusione del poeta a godere delle gioie di una sposa
v. 23 = l’urna è metafora dell’ovario del fiore