franchi e feudalesimo

franchi e feudalesimo

franchi e feudalesimo


Un noto storico belga, Henry Pirenne, sostiene che l’avanzata araba e il loro dominio hanno profondamente influenzato lo sviluppo dell’Europa nell’Alto Medioevo. Difatti a causa del dominio arabo sulle coste del Mediterraneo, i popoli europei si sono concentrati di più ad uno sviluppo continentale, per evitare conflitti.

Un popolo germanico che acquista via via importanza è quello dei Franchi con cui gli Arabi si scontrano a Poitiers nel 732, uscendo sconfitti.

Dinastia dei Carolingi

Carlo Martello (+741) à Pipino il Breve (+768)à Carlo Magno (+814) à Ludovico il Pio (+840) à 3 figli: Lotario, Ludovico il Germanico, Carlo il Calvo.

L’organizzazione del Sacro Romano Impero

Carlo ha necessità di suddividere il suo vasto impero in territori più piccoli, in modo da poterlo governare meglio. Tali territori, chiamati feudi, vengono dati in gestione a persone fidate dell’imperatore.

La gestione non è ereditaria (non spetta ai figli), ma alla morte del feudatario (così è detto il gestore), il feudo torna di possesso dell’imperatore che poi lo darà ad un’altra persona. I feudi si suddividono in:

  • Contea: è un feudo interno ai territori imperiali, dato in gestione ad un conte;
  • Marca: è un feudo posto al confine dei territori imperiali, governato da un marchese, con un presidio militare importante per difendere l’impero da eventuali attacchi esterni.

I feudatari si chiamano anche vassalli. Esistono i vassalli maggiori (cioè che governano feudi più estesi) e vassalli minori (cioè alle dipendenze del vassallo maggiore, con un feudo più piccolo).

L’imperatore offriva a tutti protezione e tutti giuravano fedeltà al sovrano durante l’atto di omaggio.

Per governare bene tutto l’impero, si facevano delle riunioni annuali tra l’imperatore e i vassalli, chimate diete o campo di maggio. In più l’imperatore mandava dei “controllori” per verificare che il vassallo fosse onesto: essi viaggiavano a coppia ed erano chiamati missi dominici (“inviati del signore”).