CATULLO – TRADUZIONE CARME 58

CATULLO – TRADUZIONE CARME 58

CARME 58
Caeli, Lesbia nostra, Lesbia illa. illa Lesbia, quam Catullus unam plus quam se atque suos amavit omnes, nunc in quadriviis et angiportis glubit magnanimi Remi nepotes. 
TRADUZIONE
Celio, la nostra Lesbia, la bella Lesbia. La bella Lesbia, che lei sola Catullo più che se stesso e tutti i suoi, ora negli incroci e nei vicoli scortica i nipoti del magnanimo Remo.