VITA BIOGRAFIA SEBASTIAN KNEIPP

VITA BIOGRAFIA SEBASTIAN KNEIPP

VITA BIOGRAFIA SEBASTIAN KNEIPP

Sebastian Kneipp (Stephansried, 17 maggio 1821 – Bad Wörishofen, 17 giugno 1897) è stato un abate e presbitero tedesco, cui si deve la riscoperta dell’idroterapia.

FONTE:http://www.nonsolobiografie.it/biografia_sebastian_kneipp.html


Nato in Germania nel 1821 in una famiglia di tessitori , Sebastian Kneipp fu affetto in giovane età da una grave forma di tubercolosi, tanto che dai medici dell’epoca gli fu prospettata una vita breve ed infelice. La sua situazione cambiò in positivo fortuitamente (o come scrive lui stesso, “grazie alla provvidenza”) quando, ancora adolescente, riuscì ad entrare in seminario per realizzare il suo sogno di diventare sacerdote. Fu allora che trovò nella biblioteca del convento, nella quale soleva passare del tempo leggendo per distrarsi dai suoi problemi di salute, un libro del dottor Johann Hahn in cui veniva descritto il trattamento del suo caso clinico mediante l’utilizzo di metodi naturali, in particolare applicazioni con l’acqua. Siegmund e Johan Hahn, padre e figlio, entrambi medici attivi in Austria nel XVIII secolo, furono celebri per le pratiche idriche a scopo terapeutico c he applicarono con successo ai propri pazienti. Essi ebbero grande influenza nella medicina dell’epoca, lasciarono alcuni scritti, ma qualche tempo dopo la loro morte il loro metodo venne snaturato dai loro seguaci e la pratica dell’idroterapia venne progressivamente rigettata dal mondo medico perché giudicata troppo invasiva e sostanzialmente non priva di effetti indesiderati .

Nel 1886 Kneipp pubblicò “La mia cura dell’acqua”, un libro diviso in due parti, una che tratta di idroterapia, l’altra che tratta di fitoterapia; questo libro, scritto in sole sei settimane, fu stampato in 18 edizioni e fu tradotto in tutte le lingue europee nell’arco di soli quattro anni dalla sua apparizione, fatto questo veramente straordinario considerata l’epoca a cui è riferito. La cura di base del metodo Kneipp è fondata su cinque principi: l’idroterapia, il movimento, l’alimentazione, le erbe, lo stile di vita. Per poter vivere in salute è necessario instaurare un equilibrio tra questi cinque aspetti, infatti sia la carenza che l’eccesso di uno di questi portano comunque all’insorgere della malattia. L’insegnamento di base di Kneipp si prefigge di suggerire uno stile di vita piuttosto che di applicare delle terapie, queste infatti sono riservate ai malati mentre lo stile di vita non è solo per questi ma interessa chiunque. Kneipp stesso, dopo tre anni dalla pubblicazione di “La mia cura dell’acqua”, pubblicò un altro libro, intitolato “Così dovreste vivere”, in cui mise in primo piano lo stile di vita, contrariamente a quanto avveniva nel suo primo libro che evidenziava l’aspetto più strettamente terapeutico del suo insegnamento. Kneipp è oggi talmente popolare in Germania che, nel centenario della sua morte (1997) gli è stato dedicato un francobollo. Attualmente esistono circa sessanta centri di cura che usano il metodo Kneipp, esiste inoltre un’associazione Kneipp a cui sono iscritti circa 120.000 soci e che conta più o meno 600 associazioni culturali presenti quasi in ogni città tedesca. Lo scopo di questo movimento, che si ispira all’insegnamento di Kneipp, è la prevenzione della malattia, il mantenimento della salute e la stimolazione dei processi naturali di guarigione. Morì il 17 giugno 1897 a Wörishofen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Privacy Policy Cookie Policy