TRAMA TRAINSPOTTING

TRAMA TRAINSPOTTING

TRAMA TRAINSPOTTING


Il film si apre con Renton che corre, seguito da Spud e da alcuni poliziotti. Renton spiega la sua situazione, presenta gli amici, il luogo in cui abita, la sua condizione di tossicodipendente. A questo punto Mark decide di farla finita con la roba, va da Swanny e gli dice che per lui è tutto finito. Ha tanta buona volontà il ragazzo, si chiude in un monolocale, procurandosi del cibo, riviste pornografiche, le pillole della madre per smettere gradualmente e tre vasi: uno per le urine, uno per le feci, uno per il vomito. Ma dopo poco si ritrova a sfondare la porta e a chiamare Mike Forrest. Da lui vorrebbe la roba ma tutto quello che riceve sono due supposte di oppio. Mentre sta per ritornare a casa Renton è attaccato da una strinta di pancia e deve fermarsi nel peggior bagno della Scozia. Ma si dimentica delle supposte, non ancora sciolte, e dovrà recuperarle nel fetidume del cesso. Ora ritroviamo Sick Boy e Renton stesi sull’erba del parco, con una pistola a piombini, che parlano sulla vita, cinema e musica. Ora la scena si sposta su Spud e ancora Renton, senza dubbio il protagonista, prima di un colloquio di lavoro. Si caricano a vicenda coll’anfetamina, divertente il colloquio di Spud. A questo punto tutti si ritrovano in un pub, al piano superiore con Francis Begbie che parla della sua vittoria a biliardo contro Tommy e che getta il bicchiere vuoto di birra al piano inferiore scatenando una rissa in cui lui farà anche la parte del moralista a caccia di chi ha buttato il bicchiere. La vera versione sulla partita a biliardo tra Begbie e Tommy verrà raccontata a Renton dallo stesso Tommy, ma mentre lui racconta Mark sostituisce la videocassetta dei migliori gol scozzesi con quella su cui Lizzy, così si chiamava la ragazza di Tommy, e lui registravano le loro performance amorose. Sick Boy e Renton si gustano la cassetta e quindi a Renton tornano quegli impulsi sessuali affievoliti dalla droga. Tutti gli amici vanno, quindi, in discoteca, il “VOLCANO”, dove Rents incontrerà Diane, in abito viola, sola soletta. All’uscita della discoteca Renton la segue e la elogia su come si era comportata con uomo in discoteca ma lei, dapprima lo ammutolisce con un discorso sugli approcci, quindi lo bacia appassionatamente nel taxi e lo porta a casa sua, in cui abita con i genitori. Datogli un preservativo fanno l’amore, con un Renton sorpreso, e quindi vanno a dormire, con Mark sistemato su un divano in corridoio. Intanto Tommy si reca a casa con la sua Lizzy. Questa, per eccitarsi di più chiede a Tommy di inserire nel videoregistratore la videocassetta presa da Renton. Quando non la trovano Lizzy si incazza di brutto e da lì la storia fra lei e Tommy scemerà non proprio lentamente. Anche Spud è con la sua lei. Finalmente Gail, la sua ragazza, decide di scopare con lui ma il povero Spud proprio in quella sera e sbornio e così si addormenta sul letto di Gail. La mattina dopo questa lunga notte ci mostra Rent Boy che si sveglia e che si ritrova in cucina coi genitori di Diane. Non pensa minimamente che siano i suoi genitori e quando addirittura scopre che Diane non è altro che una liceale minorenne inizia ad impaurirsi. Intanto Tommy e Lizzy si iniziano a distaccare definitivamente. Spud invece si risveglia molto sorpreso sia perchè non riconosce subito la stanza sia perchè si ritrova nel letto tutto sporco delle sue feci. La mamma di Gail gentilmente gli dice che sarà lei a lavare le lenzuola ma il suo non voler accettare porterà ad una stesura improvvisa delle lenzuola che erano nelle mani di Spud e sia Gail che i suoi genitori si ritroveranno la faccia piena di merda. Renton a mal in cuore accompagna Diane a scuola dicendole che ha intenzione di non volerla rivedere, ma la stessa Diane lo minaccerà di raccontare tutto alla polizia se non vorrà più rivederla. Ed è così che i quattro amici si ritrovano a guardare i treni, tutti insieme. Tommy propone di andare a fare una passeggiata ma Mark incazzato nero lo aggredisce verbalmente e fu così che Rents decise di tornare alla solita vità fatta di eroina, taccheggi e varie altre cosucce ed è in questo periodo che Tommy chiede a Mark di fargli provare dell’eroina perchè era giù dal momento che Lizzy lo aveva lasciato. Renton dapprima scettico, gli darà l’eroina quando vedrà i soldi. Ma tutto questo non poteva continuare in eterno. Mentre stanno tutti dormendo Allison comincia a gridare, si è accorta che la sua piccola Dawn è morta. Tutti accorrono presso la culla e vedono la piccola lì, giacente, a pancia in sotto. Sick Boy è distrutto e da lì Mark intuisce che era lui il padre di Dawn. Tutto quello che può dire Renton è “preparo la roba”. Ma da quel giorno qualcosa in Sick Boy se ne andò. Le cose precipitarono quando, dopo l’ennessimo taccheggio in un supremercato Spud viene messo in galera e ci dovrà stare per sei mesi. Per Renton invece si prospetta una programma a base di metadone dolciastro, comunque viene rilasciato. Ecco che ora tutti si ritrovano nel pub. Scioccati dalla notizia di Spud, gli amici di Rent e i suoi genitori parlano intorno ad un tavolo quando ad un tratto entra la madre di Spud. Begbie saprà cosa dirle. Ma a Renton tutto ciò non piace, non gli piace il metadone, avrebbe preferito essere lui dietro le sbarre. Ed è così che va da Madre Superiora per una dose, forte, molto forte. Ma va in overdose. Swanny lo aiuta ad andare in ospedale caricandolo su un taxi e pagandogli la corsa. Fattagli una forte dose di adrenalina Mark viene preso dai suoi genitori e messo nel letto della sua casa. Vorrebbe la roba, ma i genitori gielo impediscono. Ed è così che inizia ad avere forti allucinazioni e dolori. Vede Tommy drogato e mal ridotto, Spud in galera, Begbie che esce da sotto le lenzuola e soprattutto la piccola Dawn che cammina sul soffitto. Vede in una immaginaria televisione un presentatore che fa domande sull’AIDS e i concorrenti sono i genitori. Vistolo in quelle condizioni i genitori decidono di portarlo a fare il test per vedere se ha l’AIDS. Ma miracolosamente è negativo. Così si ritrovano Mark e i suoi genitori a giocare a Bingo in un pub. Ecco che ora Rents, pulito dentro e rinfrancato dalla vita, va a trovare l’amico Tommy. E’ in pessime condizioni sia lui che la sua casa. Con un gattino per la casa, Tommy giace su un materasso sporco per terra e vuole notizie sul test che aveva fatto Rents. Dettogli che il test era negativo Tommy chiede a Rent dei soldi che prontamente l’amico gli dà. Torna a casa Mark e mentra sta sul letto a fumare uno spinello arriva Diane. E’ lei a convincerlo che non poteva rimanere ad Edimburgo e che doveva fare qualcosa di nuovo. E’ così che il volenteroso Renton decide di andare a Londra e trova un lavoro come agente immobiliare. Lavora molto bene, affitta case e vive in una casa discreta. Ma da una lettera di Diane Mark apprende che Begbie è ricercato per una rapina a mano armata. Neanche il tempo di finire di leggere la lettera e suonano alla porta. E’ Begbie. Francis si sistema in casa di Mark, fuma e scommette sui cavalli. Quando Bad Boy vince, Begbie, che aveva scommesso su quel cavallo, felicissimo va in discoteca con Rents. Quì ha una brutta esperienza con un travestito. Tornati a casa Renton scherza su questa cosa e viene minacciato dal pazzo Begbie. Ecco che arriva anche Sick Boy a Londra che con la scusa di piazzare della roba si insedia nella casa di Renton. Così Mark pensa di doverli mettere in una delle case non affittate. Ma quando il capo di Mark arriva con una giovane coppia di sposi per affittare la casa Sick Boy e Begbie sono costretti a tornare al nord. Ma c’è anche un altro motivo per cui tutti vanno in Scozia. Tommy. E’ morto di toxoplasmosi, a causa sia del suo gattino sia delle pessime condizioni igieniche della casa. A raccontarlo a Renton è l’amico di famiglia dei Renton che gli dice che i vicini l’hanno trovato immerso in un puzzo incredibile dopo giorni che non lo vedevano. La compagnia è distrutta ma proprio al funerale di Tommy Sick Boy e Begbie rivelano a Spud e Renton che vorrebbero piazzare della roba. Ma per comprarla servivano altri 2 mila sterline che i due chiedono a Renton. Questa roba l’avrebbero presa da Mike Forrest che per sbaglio l’aveva presa da due marinai russi, tutto ad ottimo prezzo per poi rigirarla ad uno che Sick Boy conosceva a Londra. Dopo alcuni tentennamenti Mark accetta. Vanno da Mike Forrest ed è Mark a dover provare la roba, Mark che ormai è uscito dal giro. La droga è buona e così incoraggiati da questo i quattro partono per Londra. Nel pullman Mark si fa la sua ultima pera nel bagno, chissà se poi è stata l’ultima! Arrivano la mattina a Londra e vanno dallo spacciatore, da chi voleva comprare la roba. Dopo alcune trattative i quattro e lo spacciatore si accordano per 16 mila sterline. C’è felicità tra il gruppo, abbracci e voglia di festeggiare. Vanno in un pub dove tutti parlano di cosa avrebbero fatto con quattro mila sterline. Tutti temono tutti.

Quando Sick Boy va in bagno e Begbie va a prendere le altre birre Renton chiede a Spud se vuole scappare con i soldi. Ma dopo alcuni tentennamenti ritorna Sick Boy. Intanto un uomo fa cadere delle gocce di birra sul vestito di Begbie. Begbie, come al suo solito attacca rissa e per sbaglio fa anche un taglio col suo coltello sulla mano di Spud. Dopo tutto ciò i quattro si avviano verso l’albergo e si mettono a dormire. Renton durante la notte si sveglia e prende la borsa con i soldi. Tutti dormono tranne Spud e quindi Mark gli chiede se vuole andare con lui. Eroicamente dice di no. Proprio per questo Mark si dispiace per il suo amico e gli lascerà 2 mila sterline in un posto che loro conoscevano. Renton chiude il film dicendo che ha fatto tutto ciò perchè è cattivo ma tutto ciò cambierà. Ha scelto la vita. Al risveglio Begbie sfascia la camera d’albergo e Spud si reca dove Mark gli aveva lasciato i soldi: è felice.