traduzione Vittorie di Gneo Pompeo

traduzione Vittorie di Gneo Pompeo

traduzione Vittorie di Gneo Pompeo

TESTO ORIGINALE

Existimo in summo imperatore quattuor has res inesse oportere: scientiam rei militaris, virtutem, auctoritatem, felicitatem. Quis igitur Cn. Pompeio scientior umquam fuit? Qui extrema pueritia miles in exercitu summi fuit imperatoris, ineunte adulescentia maximi ipse exercitus imperator, qui plura bella gessit quam ceteri legerunt: civile, Africanum, Transalpinum, Hispaniense, servile, navale non solum gesta ab hoc uno, sed etiam confecta sunt. Per hosce annos omnia maria referta praedonum erant; a Cn. Pompeio omnes ubique praedones partim capti interfectique sunt, partim unius huius se imperio ac potestati dediderunt; tantum bellum, tam vetus, tam diuturnum, tam longe lateque dispersum, quo bello omnes gentes ac nationes premebantur, Cn. Pompeius extrema hieme apparavit, ineunte vere suscepit, media aestate confecit.

TRADUZIONE

Io ritengo che in un grandissimo generale debbano sussistere le seguenti quattro qualità: conoscenza dell’arte bellica, valore, prestigio, fortuna. Chi dunque più di Pompeo possedette o avrebbe potuto possedere la conoscenza dell’arte militare? egli che dalla scuola e dagli studi della fanciullezza passò nell’esercito del padre, sotto la disciplina militare, in una guerra durissima e contro nemici ferocissimi; egli che alla fine della fanciullezza militò nell’armata di un grandissimo generale, ed all’inizio dell’adolescenza guidò di persona un’imponente armata; che combatté più battaglie con i nemici di quanti conflitti privati abbia avuto ogni altro uomo, che combatté guerre più di quante gli altri ne abbiano lette, che creò più province di quante gli altri ne abbiano desiderate, che passò la giovinezza ad istruirsi nell’arte militare non per mezzo degli insegnamenti altrui, ma in virtù del comando da lui stesso esercitato, non per mezzo delle sconfitte ma delle vittorie, non per mezzo del servizio militare ma dei trionfi. Quale tipo di conflitto armato, infine, esiste in cui non lo abbiano messo alla prova i casi dello Stato? La guerra civile, d’Africa, Transalpina, di Spagna (in cui i cittadini erano confusi con popoli assai bellicosi), servile, navale, i più diversi tipi di nemici e di guerre, non solamente iniziate ma anche condotte a termine da lui solo, attestano che non esiste problema militare che sfugga alla conoscenza di questo uomo.