Supplica a mia madre parafrasi

Supplica a mia madre parafrasi

di Pier Paolo Pasolini.


Testo della poesia

  E’ difficile dire con parole di figlio
ciò a cui nel cuore ben poco assomiglio.

  Tu sei sola al mondo che sa, del mio cuore,
ciò che è stato sempre, prima d’ogni altro amore.

  Per questo devo dirti ciò ch’è orrendo conoscere:
è dentro la tua grazia che nasce la mia angoscia.

  Sei insostituibile. Per questo è dannata
alla solitudine la vita che mi hai data.

  E non voglio esser solo. Ho un’infinita fame
d’amore, dell’amore di corpi senza anima.

  Perché l’anima è in te, sei tu, ma tu
sei mia madre e il tuo amore è la mia schiavitù:

  ho passato l’infanzia schiavo di questo senso
alto, irrimediabile, di un impegno immenso.

  Era l’unico modo per sentire la vita,
l’unica tinta, l’unica forma: ora è finita.

  Sopravviviamo: ed è la confusione
di una vita rinata fuori dalla ragione.

  Ti supplico, ah, ti supplico: non voler morire.
Sono qui, solo, con te, in un futuro aprile…


Parafrasi della poesia.

Trovo difficile esprimere con parole di figlio
il mio status sociale, al quale io nel mio cuore ben poco assomiglio.

Tu sei la sola persona al mondo che conosce il mio cuore,
ciò che esso è sempre stato e ciò che era prima di aprirsi ad altri amori.

Per ciò devo dirti la brutta verità:
la mia angoscia nasce dentro la tua affettività.

Nonostante ciò sei insostituibile, anche se
la mia vita, che tu mi hai dato, è condannata alla solitudine.

Ma io non voglio restare solo, perché ho una vorace fame d’amore
perché ho bisogno di amori di corpi carnali,

mentre la mia anima è tutta in te, sei tu,
ma tu sei mia madre e il tuo amore è la mia signoria:

per ciò ho passato la mia infanzia succube di questo sentimento
alto, irrimediabile, preso da questo amore immenso.

Il tuo amore era l’unico modo per appassionarmi alla vita,
era l’unica forma per amarla: ma ora questa schiavitù è finita.

Sopravviviamo: e ciò che adesso rimane è la confusione
di una vita rinata che non si spiega con la ragione.

Ti supplico, ah ti supplico di restare ancora con me.
Sono qui, solo con te sperando in un futuro aprile.

Precedente CHARLES BAUDELAIRE SPLEEN TRADUZIONE Successivo Supplica a mia madre sintesi della  poesia