Annunci

PIUMA CAPRONI SCHEMA METRICO

PIUMA CAPRONI SCHEMA METRICO

Mia pagina leggera:

piuma di primavera.

Nella mattina di marzo,

dentro un sole di quarzo,

ragazze fuori porta (transitorie

e sincere) passano, vive e

vere, dischiusa la bocca

commossa.

Ragazze calde e alte,

tra il verde delle piante.

Ragazze quasi campagne

e marine, il cui sangue

accende, ventilata, l’aria,

che n’è illuminata.

Ragazze in carne e in

colore, da matrimonio d’amore.

Ma ohi come la più fina

manca di loro: Annina!


METRO: tre strofe di misura decrescente (8, 6, 4 versi) a rima prevalentemente baciata (talvolta semplice assonanza).

Edita in rivista in “Il Raccoglitore”, 193, 7 maggio 1959, poi in Il seme del piangere. La poesia non doveva originariamente far parte del Seme del piangere, tanto che non conteneva alcun accenno ad Annina; venne poi completata con il distico finale e inserita nei Versi livornesi.

••1 Mia pagina leggera: cfr. Il seme del piangere, Preghiera, (nei Versi livornesi), 1: «Anima mia, leggera».  ••

2 piuma di primavera: cfr. Il seme del piangere, Battendo a macchina, 1 «Mia mano, fatti piuma».             •• 8 la

bocca  commossa: cfr. Caproni, Il  passaggio  d’Enea, A  Rosario, 5-6: «ragazze a coppie / con il petto

commosso»; e Il seme del piangere, Sulla strada di Lucca, 5-6: «Spariva, la bocca commossa, / nel vento».

••9 Ragazze: cfr. Litania , nota 26.   •• 11 Ragazze quasi campagne: cfr. Il seme del piangere, Divertimento,

«Ragazze quasi conchiglie». •• 13 ventilata: cfr. Per lei, nota 4. •• 17 la più fina: cfr. nella raccolta Il seme del piangere, L’uscita mattutina, 1-2: «Come scendeva fina / e giovane le scale Ann ina!» e Il seme del piangere, 11-12: «la ragazza fina, / d’ingegno e di fantasi a».

/ 5
Grazie per aver votato!

Annunci
Annunci

Privacy Policy Cookie Policy

error: Content is protected !!