ORIGINI DELLA NOVELLA

ORIGINI DELLA NOVELLA

ORIGINI DELLA NOVELLA


La novella è una narrazione in prosa di un fatto reale o immaginario di varia estensione, comunque breve rispetto all’epica o al romanzo. La novella è dunque un racconto breve.

Origini della novella.

La novella ha probabilmente origine in India. Poi si è diffusa in Occidente a partire dal sec.XII, grazie agli scambi commerciali, politici e religiosi.

Tuttavia la novella (ovvero il racconto breve) è presente in moltissime culture. La novella si presenta già fin dalle origini come un genere tipicamente letterario, ovvero le narrazioni hanno anche origini popolari ma vengono elaborate in raccolte in cui si rileva evidentemente l’impronta di un autore ben definito.

La nascita della novella in occidente.

Il successo della novella in Europa nel tardo Medioevo è legato all’affermarsi della nuova classe mercantile.

I personaggi, gli ambienti, gli intrecci e gli insegnamenti generali delle novelle sono ,infatti, diversi da quelli prediletti dai nobili e dai cavalieri. Questi ultimi preferivano le poesie di argomento amoroso e i racconti epici e avventurosi degli eroi. Le novelle invece sono ambientate in luoghi urbani e raccontano fatti legati alla vita quotidiana.

Le fonti della novella medievale.

La novella si ispira a tutte le fonti della letteratura medievale: fiabe, vite dei santi, vicende amorose

  • episodi dei romanzi cavallereschi. Possiamo distinguere due grandi filoni della novella: le novelle che raccontano beffe e moti arguti di spirito(derivate dai fabliaux), le novelle che raccontano fatti di vita esemplari (derivate da exemplum, racconti esemplari).

La lingua delle novelle.

Le novelle sono state composte nelle nuove lingue romanze (volgari): francese, inglese, tedesco, italiano.

La novella nel Medioevo.

La raccolta più completa e più famosa del Medioevo è il Decamerone di Boccaccio. In questa opera veramente è presente il mondo materiale e culturale delle classi mercantili delle rinascenti città. Ma occorre tenere presente una raccolta di novelle precedenti, il Novellino. L’autore di questa raccolta è anonimo, ma in essa è possibile rintracciare nei racconti il passaggio dal mondo nobile e cavalleresco a quello mercantile ed urbano./