Orazio Satire L’incontentabilità umana

Orazio Satire L’incontentabilità umana

Satire, L’incontentabilità umana (1,1-12,106-119)
Orazio vuole dare l’impressione di improvvisare nella sua scrittura ma alle spalle c’è un ampio “Labor lime”.
Tutti nel mondo si lamentano, ma se tutti avessero ciò che vogliono si lamenterebbero lo stesso. “Est modus in rebus”: ci vuole misura in tutte le cose; la vita deve restare entro determinati limiti. Ognuno è invidioso di altre condizioni che crede siano migliori ma arrivato a quelle vede sempre solamente i lati negativi della situazione.