L’invasione Longobarda

L’invasione Longobarda

Brevi cenni e cronologia

Anno 568: calata dei Longobardi in Italia. Sono di religione ariana. La conquista è violenta. Dopo l’occupazione il  paese è diviso in tanti staterelli, ma non riescono a conquistare quelli bizantini. Pavia diventa la capitale del regno Longobardo. La loro economia è agro-silvo-pastorale: decadono le città, il territorio diventa costellato di piccoli isediamenti fortificati dai quali gli invasori esercitano il controllo sulla popolazione italica.  Nel 584 Autari viene eletto re dei longobardi; 591-616 Regno di Agilulfo. Nel 603 Gregorio Magno I (Papa, 590-604) conclude la pace fra longobardi e bizantini e da inizio al processo di conversione al cattolicesimo del popolo longobardo. 636-652 Regno di Rotari. Nel 643 promulgazione dell’editto di Rotari, prima codificazione del diritto consuetudinario barbarico. 712-744 Regno di Liutprando. Nella prima metà dell’VIII secolo i Longobardi approfittano dei conflitti fra la Chiesa e l’aristocrazia romana che fanno di tutto per sostituirsi ai Bizantini: l’esarca viene ucciso, fra il 733 e il 742 Liutprando occupa l’Esarcato. 749 Astolfo, nuovo re dei Longobardi, occupa Ravenna e la Pentapoli (750-751) e attacca i territori della Chiesa. Ma quest’ultima si oppone efficacemente alla loro espansione nazionale e gli invasori sono costretti a donare alla Chiesa l’importante castello di Sutri (729), che costituirà il primo nucleo del Territorio di S.Pietro. Nel 754 ,chiamato dal papa Stefano II (753), scende in Italia il re dei Franchi Pipino il Breve, che costringe Astolfo, con la pace di Pavia, a restituire al papa le terre tolte ai Bizantini. Ma nel 756 Astolfo riprende gli attacchi al papato e assedia Roma. Pipino il Breve scende di nuovo in Italia, sconfigge ancora Astolfo e con il secondo trattato di Pavia lo obbliga a rinunciare all’esarcato e alla Pentapoli, che cede a sua volta al papa (donazione di Pipino). Lo Stato della Chiesa si estende ora dal ducato di Roma alle Marche e alla Romagna. 756-774 regno di Desiderio che nel 772 invade di nuovo lo stato della chiesa. 774 ultima discesa in Italia dei Franchi guidati da Carlo Magno, chiamati da papa Adriano, contro i Longobardi. Desiderio è fatto prigioniero e Carlo viene proclamato re dei franchi e dei longobardi. Nel 800 Carlo Magno viene incoronato imperatore a Roma: nascita del Sacro Romano Impero.