Annunci

L’ETA DEI REGNI BARBARICI

L’ETA DEI REGNI BARBARICI

L’ETA DEI REGNI BARBARICI


476-493 Odoacre, re d’Italia.
477 Odoacre acquista parte della Sicilia dai Vandali
481 Odoacre invade la Dalmazia, col pretesto di vendicare l’uccisione di Giulio Nepote, avvenuta l’anno prima.
488 L’imperatore Zenone manda in Italia gli Ostrogoti guidati da Teoderico, per riprendere controllo dei territori in mano ad Odoacre.
489 Teoderico sconfigge Odoacre e gli Eruli sull’Isonzo e a Verona.
496 Il re franco Clodoveo si converte al Cattolicesimo, facendosi battezzare a Reims dal vescovo S. Remigio.
491 Muore l’imperatore bizantino Zenone e gli succede Anastasio.
490 Odoacre è nuovamente sconfitto da Teoderico, aiutato dai Visigoti di Alarico II, sull’Adda.
493 Dopo tre anni di assedio Teoderico entra a Ravenna., dove uccide Odoacre e la sua famiglia e costituisce il regno ostrogotico d’Italia, con capitale a Ravenna. Nello stesso anno sposa Audefleda, sorella del re dei Franchi Clodoveo.
497 L’imperatore Anastasio riconosce l’autorità di Teoderico, inviandogli la porpora e le insegne imperiali.
507 I Visigoti di Alarico II (morto in battaglia) sono sconfitti dai Franchi di Clodoveo, che occupa l’Aquitania.
511 Morte di Clodoveo; il regno è diviso fra i figli Clotario, Clodomiro, Teodorico e Childeberto.
518 Muore l’imperatore Anastasio, a cui succede Giustino.
522 Il filosofo Severino Boezio viene nominato magister officiorum da Teoderico
525 Boezio, accusato di arti magiche, viene imprigionato e condannato a morte. Il papa Giovanni I costretto da Teoderico a recarsi a Bisanzio per sollecitare la cancellazione di un editto imperiale contro gli Ariani.
526 A causa del fallimento della missione Giovanni I è incarcerato a Ravenna, dove muore. Nello stesso anno muore Teoderico, lasciando il potere al nipote Atalarico (9 anni) sotto la reggenza della figlia Amalasunta
527 Muore Giustino a cui succede il figlio adottivo Giustiniano I
532 Rivolta di Nika a Costantinopoli, repressa nel sangue. Nello stesso anno si firma la pace con la Persia.
533 Spedizione contro il regno vandalico in Nordafrica
534 Alla morte di Atalarico Amalasunta associa il cugino Teodato. Giustiniano promulga il Codex Iuris Civilis
535 Amalasunta, relegata sull’isola di Bolsena, è fatta strangolare. Giustiniano prende come pretesto il fatto per inviare Belisario ad abbattere il regno goto. Inizia così la Guerra greco-gotica. Teodato è ucciso dal goto Vitige, che ne prende il posto.
537 Viene ricostruita Hagia Sophia a Costantinopoli, su progetto di Antemio di Tralle ed Isidoro di Mileto.
540 Ravenna, dopo un assedio, è conquistata dai Bizantini e Vitige è fatto prigioniero
541 Totila, successore di Vitige, riconquista gran parte dell’Italia, coalizzando i ceti più umili, attraverso la promessa di una redistribuzione della terra.
546 Totila entra a Roma dopo due anni di assedio,
548 Belisario è sostituito dall’eunuco Narsete a capo della guerra contro i Goti
549 Nuovo assedio e saccheggio di Roma da parte di Totila
552 A Gualdo Tadino Narsete sconfigge Totila, che muore per le ferite. Ne prende il posto Teia, che massacra tutti i romani suoi ostaggi.
553 L’esercito guidato da Narsete sconfigge e uccide Teia presso Nocera, segnando la fine della Guerra Godica e del dominio ostrogoto in Italia
554 Pragmatica sanctio. Giustiniano abroga la legislazione gota; anche le chiese ariane passano ai cattolici.
565 Morte di Giustiniano. Gli succede Giustino II
568 Discesa in Italia dei Longobardi guidati da Alboino, che insedia il proprio regno a Pavia
570 c. Nascita di Maometto (Muhammad) alla Mecca.
572 A Verona Alboino è ucciso in una congiura appoggiata dalla moglie Rosmunda. Gli succede Clefi.
578 Morte di Giustino, che lascia il trono di Bisanzio al figlio Tiberio II Costantino, morto quattro anni dopo
582 A Tiberio Costantino succede l’erede designato Maurizio, che istituisce gli esarcati di Ravenna e Cartagine.
584 Al termine di un periodo di interregno viene eletto re dei Longobardi Autari.
589 Con il III Concilio di Toledo Recaredo re dei Visigoti abbandona l’arianesimo per il cattolicesimo
590-604 Pontificato di Gregorio I Magno
590 Morte di Autari, la cui vedova Teodolinda sposa il successore Agilulfo
602 Rivolta militare capeggiata dal centurione Foca contro l’imperatore Maurizio; questi cerca di fuggire, ma è catturato e giustiziato assieme ai figli. Negli anni seguenti Foca, salito al trono, dà via ad una sistematica eliminazione di tutti i suoi sospetti oppositori; nel frattempo i Persiani di Cosroe I occupano l’Asia minore, spingendosi fino a Nicomedia, mentre Slavi ed Avari dilagano nella penisola balcanica.
603 Agilulfo fa battezzare il figlio Adaloaldo
610 L’esarca di Cartagine Eraclio manda una spedizione militare contro Foca guidata dal figlio Eraclio, che viene accolto trionfalmente a Costantinopoli e consacrato imperatore; Foca viene catturato ed ucciso.
610-641 Impero di Eraclio, a cui si deve la riiorganizzazione territoriale in temi dell’impero bizantino
614 Gerusalemme viene conquistata dai Persiani, che massacrano gli abitanti e distruggono gli edifici sacri..
622 Maometto, osteggiato dagli abitanti della Mecca, ripara a Medina (Egira). Eraclio parte per una spedizione contro la Persia di Cosroe II
626 Fallisce l’assalto di Persiani ed Avari a Costantinopoli
627 I persiani sono sconfitti a Ninive da Eraclio, che riconquista Armenia, Mesopotamia, Palestina ed Egitto
630 Maometto prende il controllo della Mecca
632 Morte di Maometto a Medina. Gli succede il suocero Abu Bakr, morto due anni dopo.
634-644 Califfato di Omar. Con lui gli Arabi conquistano Palestina (638 Gerusalemme) , Siria e Mesopotamia
641 Morte di Eraclio. Gli succede il figlio Costantino II, morto dopo tre mesi, quindi il nipote Costante II
643 Promulgazione dell’Editto di Rotari (re dei Longobardi dal 636 al 652)
644 Assassinio del califfo Omar ed elezione di Othman
653 Il papa Martino, contrario alla dottrina monotelista (che attribuiva a Cristo solo la volontà divina), viene arrestato e portato a Costantinopoli, quindi imprigionato ed esiliato in Crimea, dove muore.
656 Assassinio del califfo Othman; elezione di Alì, genero di Maometto, primo imam sciita, assassinato nel 661
661-750 Califfato degli Omayyadi, con capitale a Damasco
662 Costante II si trasferisce in Italia, prima a Roma, poi in Sicilia
668 Uccisione a Siracusa di Costante II. Ne prende il posto il figlio Costantino IV
674-679 Guerra del califfo Muawiya contro Costantino IV, vinta dai bizantini grazie all’uso del fuoco greco.
680 Uccisione a Kerbala di Alì Hussein, terzo imam sciita: definitivo distacco tra sunniti e sciiiti
680-81 Concilio Costantinopolitano III: condanna del monotelismo, che nega a Cristo la volontà umana
685 Morte di Costantino IV e salita al potere di Giustiniano II
691 Giustiniano II indice il Concilio Quinisextium (o Trullano), non approvato dal papa Sergio I
695 Rivolta di Leonzio a Costaninopoli, appoggiato dagli Azzurri, e deposizione di Giustiniano II, a cui vengono amputati naso e lingua. Gli Arabi conquistano l’Africa Bizantina
698 Prende il potere l’ammiraglio Tiberio III Apsimaro; Leonzio, privato del naso, è chiuso in convento.
705 Giustiniano II (rinotmeto) riconquista il potere, uccidendo i suoi due predecessori
709 Spedizione punitiva di Giustiniano II contro Ravenna, che premeva per il riconoscimento della autocefalia da Roma; i nobili della città sono uccisi e l’arcivescovo Felice accecato ed esiliato.
711 A Bisanzio Papa Costantino I e Giustiniano giungono ad un compromesso a proposito del concilio trullano. A seguito di una rivolta originata da una spedizione punitiva contro Cherson, Giustiniano II è ucciso; prende il potere Filippico (ucciso nel 713). Nel frattempo gli Arabi, guidati da Tarik, penetrano in Spagna.
712 Liutprando diventa re dei Longobardi
715 Carlo Martello, figlio del maestro di palazzo Pipino di Heristal, ne eredita la carica.
717-741 Impero di Leone III Isaurico
718 Vittoria di Leone III contro gli Arabi e conquista bizantina dell’Anatolia
728 Donazione di Sutri: Liutprando dona a papa Gregorio II il castello di Sutri
730 Leone III ordina la distruzione di tutte le immagini (iconoclastia)
731 Condanna dell’iconoclasmo da parte di papa Gregorio III
732 Carlo Martello respinge gli Arabi nella battaglia di Poitiers
741 Morte di Carlo Martello; ne raccolgono l’eredità Pipino il breve e Carlomanno. Muore anche Leone III sostituito dal figlio Costantino V Copronimo (nome di sterco), che ne prosegue la lotta contro gli iconoduli, soprattutto monaci. Intraprende importanti campagne contro i Bulgari, nell’ultima delle quali muore (775).
750 Alla dinastia degli Omayyadi si sosituisce quella degli Abbassidi (regnante fino al 1258), con capitale a Bagdad. Nel contempo si costituisce un califfato omayyade in Spagna a Cordova ad opera di Abd-al-Rahman
751 L’ultimo sovrano merovingio, Childerico III viene deposto e Pipino il Breve assume la corona di re dei Franchi. Il re longobardo Astolfo conquista Ravenna
754 A Ponthion papa Stefano II si accorda con Pipino contro i Longobardi. Astolfo, sconfitto, lascia l’Esarcato.
756 Desiderio diventa re dei Longobardi.
768 Muore Pipino il Breve. Il regno è diviso tra i figli Carlo (Magno) e Carlomanno (morto nel 771).
772 Prima campagna militare di Carlo Magno contro i Sassoni
773 Desiderio è sconfitto alle chiuse sulla Dora da Carlo, quindi è assediato a Pavia
774 Con la resa di Pavia e la deposizione di Desiderio termina il dominio longobardo in Italia.
ETÀ CAROLINGIA

Annunci

775-780 Impero di Leone IV il Cazaro, che prosegue la lotta iconoclasta
778 La retroguardia di Carlo è attaccata dai Baschi nei Pirenei presso Roncisvalle
780 Leona IV muore combattendo contro i Bulgari; sale al potere a nove anni Costantino VI sotto la reggenza della madre Irene
781 4500 sassoni vengono uccisi a Verden per rappresaglia in seguikto all’attacco ad un esercito franco
785 Capitolare dei Sassoni: Carlo impone la conversione dei Sassoni
786 Sale al potere il grande califfo abbaside Harun al-Rashid
787 II Concilio di Nicea, convocato dall’imperatrice Irene: condanna dell’iconoclastia
789 I militari legati al partito iconoclasta detronizzano Irene
791-96 Campagne di Carlo e del figlio Pipino contro gli Avari: conquista del Ring
791-835 In Spagna Alfonso II dà il via alla reconquista.
797 Costantino VI viene accecato e muore in carcere; Irene resta sola al potere.
800 25 dicembre Carlo Magno viene incoronato imperatore nella basilica di San Pietro da Leone III
802 Irene viene deposta e mandata in esilio a Lesbo. Diventa imperatore il logoteta Niceforo
805 Spedizione di Carlo Magno contro Niceforo: la Dalmazia viene annessa all’Impero carolingio
813 A Costantinopoli diventa imperatore Leone V l’armeno, che prosegue l’iconoclastia
814 Morte di Carlo Magno. Diviene imperatore il figlio Ludovico il Pio
817 Ordinatio imperii: Lodovico proclama la sacralità dell’Impero, voluto da Dio e consacrato dal papa, ed ordina la successione al trono
818 Ludovico affida l’Italia al figlio Lotario, incoronato imperatore e re d’Italia nel 823 da papa Pasquale
824 Promulgazione della Constitutio Lotharii, che afferma il diritto imperiale di controllare l’elezione del papa
827 Gli Arabi sbarcano in Sicilia
830-831 Insurrezione contro Lodovico del figlio Pipino
838 Morte di Pipino
840 Morte di Ludovico il Pio. Il titolo imperiale resta a Lotario, mentre gli altri fratelli Ludovico II Il Germanico e Carlo il Calvo si accordano per fargli guerra
841 Sconfitta di Lotario a Fontanet
842 11 febbraio Giuramento di Strasburgo: alleanza fra Ludovico II il Germanico e Carlo il Calvo
843 Accordo di Verdun: a Carlo il Calvo va la Francia occidentale (Neustria, Fiandra, Aquitania), a Ludovico il Germanico la Germania orientale (Austrasia, Alamannia, Sassonia) e a Lotario il territorio fra Reno, Mosa e Rodano e l’Italia settentrionale. A Costantinopoli l’iconodulia è ripristinata dall’imperatrice Teodora e dal figlio Michele II l’Ubriaco.
844 Il figlio di Lotario Ludovico II (il giovane) è incoronato re d’Italia da papa Sergio II
846 A Roma i Saraceni saccheggiano San Pietro; l’esercito di Guido di Spoleto, chiamato in aiuto dal papa, è sconfitto.
849 Vittoria ad Ostia contro i Saraceni di una lega fra le città marittime del Tirreno costituita da papa Leone IV
850 Leone IV consacra Ludovico II il giovane come imperatore
855 Morte di Lotario: gli succede sul trono imperiale il figlio Ludovico II, mentre il figlio Lotario II eredita la Lotaringia.
851-867 Pontificato di Niccolò I
863 Niccolò I dichiara deposto il patriarca bizantino di Fozio, che a sua volta lancia accuse di eresie alla Chiesa
867 Sale al potere a Costantinopoli Basilio I, fondatore della dinastia Macedone (durata fino al 1056)
869 Morte di Lotario II: con il trattato di Mersen la Lotaringia viene spartita fra Carlo il Calvo e Ludovico il Germanico
875 Morte dell’imperatore Ludovico II, a cui succede lo zio Carlo II il Calvo
876 Morte di Ludovico II il Germanico
869-870 Quarto concilio di Costantinopoli: viene condannato l’operato dell’ex patriarca Fozio
877 Capitolare di Quierzy: ereditarietà dei feudi maggiori. Morte di Carlo il Calvo
881 A Roma Carlo il Grosso è incoronato imperatore; nella dieta di Ravenna si discute l’assetto dell’Italia
884 Muore il re di Francia Carlomanno; l’Impero Carolingio è riunificato sotto Carlo il Grosso
885-886 Assedio di Parigi da parte dei Normanni
887 Dieta di Tribur: viene deposto Carlo il Grosso ed eletto imperatore Arnolfo di Carinzia
888 Morte di Carlo il Grosso. Berengario re d’Italia
899-900 Invasione degli Ungari nel Veneto

/ 5
Grazie per aver votato!

Privacy Policy Cookie Policy

error: Content is protected !!