La leggenda della rupe Tarpea

La leggenda della rupe Tarpea

La leggenda della rupe Tarpea


I Sabini, essendo state rapite le loro mogli dai Romani, assediavano di giorno il Campidoglio invano,e già speravano che la forza potesse espugnare la cittadella. Allora si accorsero che l’astuzia fosse necessaria e la vergine Tarpea, figlia della custode della cittadella,decisero di corrompere. Alla vergine perciò promisero tutto ciò che avessero nelle braccia sinistre. La fanciulla, vedendo che portavano bracciali preziosi, sperò che il suo corpo potesse essere decorato dai loro ornamenti, e incautamente aprì le porte agli stranieri. I Sabini avendo occupato la cittadella, avanzarono verso Tarpea e aggredirono ciò che avevano promesso. Ma quelli nei loro pesanti scudi, che con braccia sinistre portavano, gettarono avanti e nascosero la vana fanciulla. Tuttavia anche se oppressa da quel peso, narrano gli storici, sopravvisse.