IL PASTO E IL SACRIFICIO DI AGAMENNONE

IL PASTO E IL SACRIFICIO DI AGAMENNONE

IL PASTO E IL SACRIFICIO DI AGAMENNONE


Annunci

Appena Agamennone ha finito di parlare, gli Achei rispondono con un forte boato, quindi l’assemblea si scioglie e gli uomini si sparpagliano tra le tende per consumare il loro pasto. Tutti gli uomini si apprestano anche a compiere sacrifici, nella speranza si scampare alla morte nella nuova battaglia che sta per cominciare. Agamennone da parte sua sacrifica un toro a Zeus, e invita alla celebrazione tutti i più nobili tra gli Achei: Nestore e Idomeneo, gli Aiaci, Diomede e Odisseo. Per conto suo viene Menelao, che conosce il tormento del fratello. All’inizio del sacrificio, Agamennone rivolge una preghiera a Zeus, chiedendogli di riuscire, in quello stesso giorno, a prendere Troia ed uccidere Ettore. Zeus accetta il sacrificio, ma non ha ancora intenzione di adempiere il voto. Il toro viene quindi ucciso, e il sacrificio viene seguito da un banchetto.

/ 5
Grazie per aver votato!

Privacy Policy Cookie Policy

error: Content is protected !!