I MALAVOGLIA RIASSUNTO CAPITOLO 11

I MALAVOGLIA RIASSUNTO CAPITOLO 11

CAPITOLO 11
Il giovane ‘Ntoni non pensa ad altro che “a quella vita senza pensieri e senza fatica”
che vorrebbe condurre dopo essersi arricchito in città. Inutili saranno i proverbi del
nonno finalizzati a convincere il giovane che è meglio che rimanga “al suo paesello”;
inutili saranno anche le lacrime della Longa, che, resa vecchia e stanca dalle
disgrazie, non vedrà la partenza del figlio. Infatti ella si ammala di colera che da
Catania raggiunge presto Aci Trezza; quest’ultimo è isolato e come blindato, a causa
degli sbarramenti agli usci di ogni abitazione. I figli della Longa rimangono
“sbalorditi” dalla velocità con cui il morbo porta via la donna, anche se ‘Ntoni decide
ugualmente di partire alla ricerca della fortuna tanto bramata. Abbandona quindi i
fratelli, in preda a due stati d’animo contrastanti: il pentimento, ossia il rimorso per
aver tradito la religione della casa, e la testardaggine, che ha però la meglio.