GIOVANNI BATTISTA MARINO ONDE DORATE PARAFRASI

GIOVANNI BATTISTA MARINO ONDE DORATE PARAFRASI

GIOVANNI BATTISTA MARINO ONDE DORATE PARAFRASI


Un giorno una navicella d’avorio solcava onde dorate, che erano capelli; una mano anch’essa bianca come l’avorio conduceva la navicella qua e là tra quei meandri preziosi;

e mentre divideva le onde belle e tremolanti con un solco perfettamente diritto, Amore raccoglieva l’oro dei capelli spezzati , per formarne catene per chi si ribella.

Attraverso il mare d’oro, che increspandosi apriva il suo tesoro biondo e tempestoso , il mio cuore agitato andava verso la morte.

Ricco naufragio quello in cui io muoio sommerso, poichè almeno nella mia tempesta lo scoglio fu di diamante e il golfo d’oro.