frasi con verbi copulativi

frasi con verbi copulativi


Giorgio mi sembra strano questa sera.

Mio figlio è diventato grande

Sono restata male di fronte alle tue accuse ingiustificate

Federica è nata con parto naturale

Questa pianta è cresciuta bene grazie alle mie cure

Giulia vive come una regina,circondata da tutti i confort possibili

Marco muore all’idea di partire militare

Le ragioni del tuo comportamento non sono chiare.

Mario sembra diligente e volenteroso.

I ragazzi nel tempo diventeranno adulti.

Cincinnato rimase povero per tutta la vita.

I tuoi sogni diventeranno realtà.

Claudia sembra molto alta.

Gaia pare più grande della sua età.

Da grande diventerò un archeologo.

La nonna sembra tranquilla e serena questa sera.

Papa Pio X nacque povero.

Tutti sembravano contenti a quella festa.

Marco parve soddisfatto dei risultati raggiunti.

Mio zio è stato eletto sindaco.


Sono copulativi quei verbi che non hanno un significato autonomo e che lo acquistano solo in presenza di un aggettivo o di un sostantivo. Il verbo copulativo per eccellenza è essere, che, quando viene unito al nome o all’aggettivo (parte nominale), viene definito copula.

“Cristoforo Colombo fu un navigatore”. “Fu un navigatore” viene definito predicato nominale, “fu” è la copula e “un navigatore” è la parte nominale.

Anche altri verbi possono essere copulativi (sembrare, apparire, crescere, risultare, diventare, etc.) quando hanno bisogno di un nome o di un aggettivo per completare il loro significato.

“Pierino è diventato grande”. Se dicessi “Pierino è diventato”, ciò non avrebbe senso; la parola “grande” completa il significato, per cui si dice che essa è il complemento predicativo del soggetto.

È da notare che secondo alcuni grammatici solo essere è da considerarsi come un copulativo.

Sono verbi copulativi anche: “sembrare, parere, diventare, divenire, nascere, vivere, morire, andare, ecc.”

Possono inoltre reggere un complemento predicativo del soggetto, ma solo se coniugati nella forma passiva, i verbi:

appellativi: “soprannominare, chiamare, dire, ecc.” (es.: “la città di New York è soprannominata la “Grande Mela” “)

elettivi: “eleggere, creare, nominare, ecc.” (es.: “Mio zio è stato eletto sindaco”)

estimativi: “giudicare, credere, nominare, ecc.” (es.: “L’imputato fu giudicato innocente”)

effettivi: “fare, rendere, ecc.” (es.: “Quell’autore è stato reso celebre dal suo primo romanzo”) wikipedia

Fonte/i: wikipedia