ENEIDE ENEA TORNA A CASA VV 559-804

ENEIDE ENEA TORNA A CASA VV 559-804

ENEIDE ENEA TORNA A CASA VV 559-804


Enea torna alla sua casa. La fuga dalla città. La scomparsa di Creusa [vv.559-804]

Enea è sconvolto per la morte di Priamo e il suo pensiero corre al vecchio padre Anchise, alla moglie Creùsa, al figlio Iulo e alla casa distrutta. Mentre Enea constata di essere rimasto solo, vede Elena nascosta in un luogo appartato, accanto al tempio di Vesta. Al pensiero che essa potrà tornare salva in patria mentre Troia viene distrutta per colpa sua, Enea è assalito da un impeto d’ira; medita di uccidere la donna e di vendicare così tutte le vittime della guerra. Appare all’improvviso la madre Venere che lo distoglie dal suo proposito e lo esorta a pensare di mettere subito in salvo i suoi familiari: la responsabilità della guerra non è degli uomini, ma va ricercata nella volontà degli dei. La madre mostra a Enea lo spettacolo degli dei che si accaniscono contro i Troiani. Enea a quella vista si convince che non c’è più nessuna possibilità di salvare la città e si dirige verso la dimora paterna, dove trova il vecchio padre Anchise deciso a morire nella sua casa. Nonostante le preghiere del figlio, Anchise è irremovibile. Allora Enea, piuttosto che partire senza il padre, si arma di nuovo e si accinge a tornare a combattere. All’improvviso accade un prodigio: una fiamma avvolge il capo di Iulo. Anchise riconosce nella fiamma un segno divino e, dopo aver ottenuto una conferma della volontà degli dei, acconsente a seguire il figlio. Creusa, si dirige all’uscita della città, indicando ai suoi compagni come luogo di ritrovo un vecchio tempio abbandonato fuori dalle mura. Qui giunto, si accorge che tutti sono arrivati tranne Creusa. Enea ritorna disperato alla ricerca della moglie. Rientra nella casa paterna ormai invasa dalle fiamme, nella reggia di Priamo dove i Greci hanno ammassato un enorme bottino. Invano. Di Creusa non c’è più traccia. Infine, mentre nelle tenebre invoca ad alta voce il nome della sposa, gli appare il fantasma di lei già morta. Essa lo consola dicendogli che è morta per volere degli dei, mentre Enea dovrà affrontare un lungo viaggio verso occidente dove troverà un nuovo regno e una nuova sposa. Ritornato al tempio, Enea trova molti altri Troiani scampati all’eccidio pronti a seguirlo.