Cronologia della SECONDA GUERRA MONDIALE

Cronologia della SECONDA GUERRA MONDIALE

1939: fronte in Europa orientale

1 sett. 1939 la Germania inizia l’invasione della Polonia
3 sett. 1939 Gran Bretagna e Francia dichiarano guerra alla Germania
17 sett. 1939 le truppe sovietiche entrano nella Polonia orientale
30 sett. 1939 la Polonia si arrende all’occupazione tedesca; il giorno dopo, spartizione con l’URSS
ott. 1939 guerra russo-finlandese

1940: l’Asse contro Francia e Gran Bretagna

primavera 1940 la Germania occupa Belgio e Olanda (per Francia), Danimarca e Norvegia (per ferro)
mag. 1940 inizia l’occupazione tedesca della Francia; ritirata inglese su Dunkerque
10 giu. 1940 l’Italia: a) dichiara guerra alla Francia (Mussolini, pur consapevole delle condizioni dell’armamento, teme di perdere il diritto alla preda; corte, maggioranza dei gerarchi e generali sono neutralisti): la decisione è presa senza convocare il Gran consiglio
b) inizia i provvedimenti di internamento di ebrei, zingari…
14 giu. 1940 la Francia si arrende alla Germania; l’occupazione tedesca è:
  – diretta (Parigi, nord della Francia)
  – indiretta (governo collaborazionista di Pétain, capitale Vichy: fino al 1942)
nasce il governo di opposizione in esilio (generale De Gaulle): Resistenza francese
la Germania apre il lager di Auschwitz (l’organizzazione come campo di sterminio verrà precisata da Eikmann nel 1942)
21 giu. 1940 l’Italia inizia la guerra sul fronte francese
24 giu. 1940 la Francia firma l’armistizio con l’Italia (a cui cede 50 km sul confine)
estate 1940 inizia l’attacco aereo tedesco della Gran Bretagna (operaz. Leone Marino) – senza esito
sett. 1940 l’Italia attacca gli inglesi in Egitto senza esito
28 ott. 1940 l’Italia attacca la Grecia senza esito (ripiega in Albania)
nov. 1940 aperto sostegno economico (e strategico) degli USA alla Gran Bretagna

1941: attacco all’URSS e agli USA

(l’espansione dell’Asse prosegue fino all’estate 1942)

mar.-mag. 1941 la Gran Bretagna occupa Etiopia, Somalia, Eritrea; con la creazione dell’Afrikakorps tedesco in Libia (Rommel) inizia la controffensiva italo-tedesca e l’Asse occupa Iugoslavia, Grecia
14 ago. 1941 Roosevelt e Churchill firmano la Carta Atlantica: libertà popoli e mari, rifiuto guerra
22 giu. 1941 la Germania attacca 1’URSS (operazione Barbarossa)
7 dic. 1941 il Giappone attacca gli USA (bombardamento di Pearl Harbor, nelle isole Hawaii)

1942-’43 (autunno-inverno): l’anno della svolta

• in URSS resistenza popolare e controffensiva militare: i tedeschi abbandonano Mosca; resistenza di Leningrado (San Pietroburgo); caduta di Stalingrado (genn. 1943): è l’evento decisivo della campagna di Russia e della guerra (segnale della disfatta tedesca); ritirata ARMIR
• inizia controffensiva americana contro il Giappone nell’Oceano Pacifico: il Giappone ripiega
• in Africa Nord Orient. l’Asse ripiega (ott. 1942) davanti agli inglesi (battaglia di El Alamein, in Egitto)

1943: occupazione dell’Italia

mar. 1943 si estendono gli scioperi antifascisti nel Nord Italia
9-10 lug. 1943 gli angloamericani sbarcano in Sicilia
25 lug. 1943 Mussolini è destituito e arrestato (o.d.g. Grandi: ripristino funzioni costituz. vari organi)

 

1943 – 1945: L’ITALIA DELLA RESISTENZA


1943 28 lug. Mussolini in arresto: sciolto Partito fascista e suoi organi; Badoglio: «la guerra continua»
agosto sia dichiarazioni formali di collaborazione coi tedeschi (che mandano truppe) sia trattative segrete con gli anglo-americani per un armistizio e il loro intervento contro i tedeschi
(3) 8 sett. armistizio di Cassibile e resa incondizionata dell’Italia agli anglo-americani: sbandamento delle forze armate e occupazione tedesca (600.000 soldati sono fatti prigionieri)
9 sett. a) il re e il governo Badoglio fuggono a Brindisi senza lasciare istruzioni operative;
b) a Roma nasce il CLN (coi vari partiti; per gli Alleati è legittimo solo il gov. Badoglio);
c) nascono le formazioni partigiane: Garibaldi (comuniste), Fiamme verdi (cattoliche), Mazzini (repubblicane), Matteotti (socialiste), Giustizia e Libertà (partito d’azione); poi altre autonome (non legate ai comandi militari dei partiti);
d) i tedeschi annettono al Reich il Friuli e il Trentino Alto Adige
10 sett. i tedeschi occupano Roma
12 sett. i tedeschi liberano Mussolini dal Gran Sasso; ricostituzione del Partito fascista (in armi)
23 sett. nasce la Repubblica Sociale Italiana (RSI, Salò): si applicano leggi tedesche; si vogliono attuare quelle trasformazioni sociali che il ‘compromesso’ con la monarchia aveva bloccato; i tedeschi impiegano l’esercito del maresciallo Graziani specie nelle repressioni
settembre nell’isola di Cefalonia (Grecia) la divisione Acqui non cede le armi alle SS naziste: 10.600 militari italiani vengono uccisi
7 ott. a Roma i tedeschi catturano e deportano 1500 carabinieri
13 ott. l’Italia dichiara la guerra alla Germania (riconosciuta co-belligerante)
16 ott. a Roma, dopo aver fatto raccogliere 50 kg. d’oro, i tedeschi deportano 2.000 ebrei
9 nov. la R.S.I. chiama alle armi gli ‘sbandati’ e le classi 1924-25 (pena la morte): si ingrossano le fila della Resistenza sulle montagne; si applicano le leggi razziali
1944 L’Italia è divisa in due: la monarchia al Sud, la R.S.I. al Centro e al Nord (combattuta dalla Resistenza partigiana). Il territorio del Regno si estende con l’avanzata angloamericana mentre i tedeschi concentrano le truppe sulla linea Gustav e sulla linea Gotica.
Le tre guerre: 1) patriottica per salvare l’identità nazionale (a fianco dei tedeschi o per la libertà dei popoli); 2) civile [intrecciata alla 1] con la divisione non solo geografica degli italiani; 3) di classe [sottocategoria della 2], specie per il comunismo, combattere fascismo e capitalismo è tutt’uno (organizzati i GAP nelle città).
22 gen. gli Alleati sbarcano ad Anzio
31 gen. clandestinamente a Milano si costituisce il CLNAI: comandante è il generale Cadorna (non il principe Umberto); vice sono Longo (PCI), Parri (Partito d’Azione)
1 mar. sciopero generale nelle fabbriche del Centro Nord (fino a Cesena e alla Toscana): centinaia di operai vengono deportati in Germania
23 mar. a Roma i GAP uccidono 32 tedeschi (attentato di via Rasella)
24 mar. rappresaglia nazifascista: eccidio clandestino alle Fosse Ardeatine di 335 civili
27 mar. Togliatti e «svolta di Salerno» (gov. Badoglio con antifascisti, riconosciuto dall’URSS)
11 mag. gli Alleati, ancora bloccati a sud di Roma, bombardano l’Abbazia di Montecassino
4 giu. Roma viene liberata dagli Alleati (la corona da Vittorio Emanuele III a Umberto)
6 giugno operazione overlord: sbarco alleato in Normandia (2° fronte europeo)
9 giu. governo Bonomi (CLN) con assenso di Badoglio (sede: Salerno)
luglio accordi di Bretton Woods: il dollaro è moneta di riferimento (non più l’oro)
11-12 ago. a Firenze il CLN dà ordine di insurrezione e assume poteri di governo
1 sett. gli Alleati sfondano la linea gotica verso Rimini
29 sett.-1 ott. strage di Marzabotto (Bologna): 1836 civili uccisi da tedeschi e repubblichini
8-9 nov./4 dic. liberazione di Forlì; liberazione di Ravenna
1945 4-11 febb. incontro di Yalta: definite le aree d’influenza (abbandono principio autodeterminazione)
12 mar. muore Roosevelt
21 apr. liberazione di Bologna
25 aprile il CLNAI emana gli ordini insurrezionali: insurrezione a Torino e a Milano
26-28 apr. liberazione di Aosta, Como, Venezia; i partigiani entrano a Torino
28 apr. arresto e fucilazione, a Dongo, di Mussolini e dei gerarchi fascisti
(il cadavere verrà esposto a Milano in p.le Loreto, come avveniva coi partigiani fucilati)
29 apr. i tedeschi si arrendono in Italia
2 mag. i sovietici entrano a Berlino (suicidio di Hitler)
7 mag. i tedeschi firmano la resa incondizionata agli Alleati
6 e 9 ago. lancio delle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki
15 ago. il Giappone firma la resa incondizionata