Capitolo 10 Storia del principe Paride e della regina Elena

Capitolo 10 Storia del principe Paride e della regina Elena

Capitolo 10 Storia del principe Paride e della regina Elena


Il re Menelao e la regina Elena vivevano felicemente a Sparta, con la loro figlia Ermione. Però Elena era un po’ triste, perché Menelao non la considerava più. Senza mostrare la sua tristezza ella continuava ad andare avanti. Purtroppo Menelao doveva partire per un’emergenza, così Elena doveva restare sola e non poteva la situazione; perciò pregò a Menelao di portarla con lui. Menelao senza alcun dubbio disse di no. Povera Elena! Dopo un po’ arrivò a Sparta un grazioso principino da Troia di nome Paride: era bellissimo! Il re ospitò indubbiamente quel giovane e, dopo averlo fatto cambiare e sfamare, gli chiese chi fosse e da dove venisse; non glielo chiese prima, perché in quel tempo non era educato. Menelao aspettava con ansia la risposta e, mentre ascoltava la lunga storia, arrivò Elena. Paride pensò fosse bella come le dee che lui aveva visto precedentemente. Subito, lui, si ricordò che, la dea Afrodite gli aveva promesso Elena e, per questo voleva portarsela via a tutti i costi. Quando Menelao partì Elena andò ad Afrodisia, dove c’erano le feste di Afrodite, la dea della bellezza. Lì si trovava anche Paride che confessò i suoi sentimenti per lei ad Elena. Ella rimase sbalordita e indecisa pensando al marito e alla figlia. In quel momento Afrodite accese il fuoco nel cuore della bella Elena. Era difficile per lei battere quella fiamma. In questo momento iniziò la gara tra lei e la dea. Ma quella fiamma era talmente forte che riuscì a vincere, così Elena si fece portare via da Paride. Andarono nella nave dove lui le cantò le canzoni più belle, dicendole che l’avrebbe amata per sempre. Erano le stesse parole di Menelao! Ma Elena credette a tutto questo, senza pensare al futuro. Tutta la gente ad Afrodizia venne svegliata con urla. Tutti piangevano inutilmente disperati e, rincorsero con barche a remi Paride che, ormai era già troppo lontano.