CANTO DECIMO I FATTI DI DOLONE

CANTO DECIMO I FATTI DI DOLONE


Agamennone non riesce a prendere sonno pensando alla sorte del suo esercito: convoca dunque i capi greci e, su consiglio di Nestore, invia Diomede a spiare il campo nemico. Diomede sceglie Ulisse come compagno nell’impresa. Intanto nel campo troiano Dolone si offre di compiere la stessa sortita: avviatosi dunque verso le navi greche viene sopraffatto dai due nemici che lo interrogano sulla sua missione: egli, sperando di aver salva la vita, tradisce i compagni, ma Diomede lo uccide per punirlo della delazione, mozzandogli il capo con la spada. I due greci, grazie alle informazioni ottenute, fanno strage tra i Traci addormentati, uccidendo anche il loro giovane re Reso, e riescono a fuggire senza essere visti.

Privacy Policy

Cookie Policy

error: Content is protected !!