BREVI CENNI STORICI DEL SACRO ROMANO IMPERO

BREVI CENNI STORICI DEL SACRO ROMANO IMPERO

BREVI CENNI STORICI DEL SACRO ROMANO IMPERO


Fondato da Carlo Magno, re dei Franchi, nel Natale dellí800 a seguito della sua incoronazione ad Imperatore da parte del Papa Leone III, fondendo le genti galle, romane e germaniche, a garanzia della unità politica e spirituale dellíOccidente cristiano. 
1) si estendeva dai pirenei alla Polonia e allíItalia centro-settentrionale. 
2) Questa nuova entità politica si denominava così in quanto era avallato dalla Chiesa ed intendeva restaurare líImpero di Roma, non quello dei Cesari, bensì l’Impero cristiano di Costantino (280-337) e di Papa Silvestro I. Nel Sacro Romano Impero i poteri statali ed ecclesiastici erano distinti pur nella loro armonia e solidarietà. 
3) Sotto i successori di Carlo Magno il Sacro Romano Impero si disgregò in molte unità statali, solo formalmente unite sotto sovranità imperiale, e assume con Ottone il Grande (912-973) carattere nazionale germanico. 
4) Il  Sacro Romano impero, entrato in antagonismo con il papato, rinunciò progressivamente alla ambizione di unire in sé tutti i popoli cristiani d’Europa, cosicché nel sec.XIV la sua effettiva autorità era limitata alla sola Germania. Nel sec.XV il Sacro Romano Impero divenuto prerogativa degli Asburgo si ridusse ai territori della casata. 
5) Il Sacro Romano impero fu abolito da Francesco II nel 1806 allorché divenne Imperatore d’Austria. 
6) I FRANCHI: dopo la caduta dell’Impero Romano Avvenuta nel 476 d.C., una popolazione germanica, i Franchi dopo avere occupato il territorio della Gallia (da loro prese il nome di Francia) determinò la caduta del regno  longobardo in Italia. Pipino detto il Breve, nel 752 viene eletto re dei Franchi e d’ inizio alla dinastia dei Carolingi. 
7) Carlo Magno (768-814): Carlo, figlio di Pipino, chiamato successivamente Magno per le sue imprese, fu un grande condottiero. Regnò 46 anni ed estese enormemente il territorio del suo Stato. Tre furono le linee che seguì: 
    – guerra ai longobardi in Italia; chiamato in Italia da Adriano I, Carlo Desiderio, re longobardo e 
      assunse il titolo di Re dei Franchi e 
      dei Longobardi. 
    – Guerra agli Arabi in Spagna, Carlo respinse gli Arabi al di là dei Pirenei e costituì la marca 
       spagnola; 
    – Guerra ai popoli germanici del centro Europa qui sconfisse, Sassoni, Bovari, Gli Avari.

Sul finire dell’VIII secolo il regno di Carlo Magno si estendeva su quasi tutta l’Europa, dal mare del Nord all’ebro e al centro Italia, dall’Atlantico all’Elba.

Il Sacro romano Impero:

I soldati saccheggiavano tutto e tutti mentre Carlo era convinto che la diffusione della religione cattolica andava fatta anche con la forza.

Leone III(816)

Leone III chiese l’aiuto di Carlo per tornare a Roma, da dove era stato cacciato. Riuscito il progetto Leone III ideò di Costituire un nuovo Impero d’occidente fondato sulla forza(dei Franchi) e sull’ autorità della Chiesa(cioè la sua). Invitato Carlo a Roma la notte di Natale dell’anno ‘800 mentre Carlo assisteva alla messa in S. Pietro, il Papa gli pose in testa una corona e lo proclamò Imperatore dei Romani. Da qui qui ebbe origine IL SACRO ROMANO IMPERO. In realtà l’Impero di Carlo non era paragonabile a quello romano perché : 
1) comprendeva solo i popoli cristiani; 
2) líimperatore era stato consacrato dal papa; 
3) il suo centro non era l’Italia ma l’Europa centrale, ad Aquisgrana  sul Reno.

L’Organizzazione politica dellíImpero

Marche: Carlo ripartì i domini in Marche(territori di confine più esposti alle invasioni) 
Contee (province interne) nelle quali i suoi funzionari, Marchesi e Conti, amministravano(giustizia, tasse,difesa) 
Missi Dominici: i missi dominici, inviati dall’imperatore controllavano tutto 
Vassalli: Conti e Marchesi erano i vassalli dell’Imperatore, il vassallo giurava fedeltà al signore e riceveva in cambio territori(beneficia) da amministrare. Carlo concesse territori anche ai Vescovi ed Abati.

L’Economia 
La parte principale di ricchezze era la terra, il lavoro nei campi era compiuto da Coloni a cui i proprietari davano in affitto un manzo, cioè un potere necessario per la famiglia.

Disgregazione 
Alla morte di Carlo, nell’ 814, gli successe il figlio Ludovico il Pio, sovrano mediocre. 
Alla morte di Ludovico i tre figli si suddivisero il territorio dellíImpero: 
– Carlo il Calvo ebbe la parte occidentale(Francia) 
– Ludovico il Germanico quella orientale(Germania) 
– Lotario la parte centrale(Italia)

Francia, Germania, Italia ognuna col proprio Re dal latino, lingua comune, ebbero ognuna la lingua delle tre nazioni: Francese, Tedesco, Italiano.