APPUNTI SCUOLA LA SECONDA GUERRA PUNICA

APPUNTI SCUOLA LA SECONDA GUERRA PUNICA

APPUNTI SCUOLA LA SECONDA GUERRA PUNICA


L’espansione Cartaginese e quella contrapposta dei Romani portarono alla necessità da parte delle 2 super-potenze mediterranee alla stipulazione del trattato dell’Ebro(226 a.C).Questa trattato stabiliva k i Cartaginesi non potevano superare questo fiume.
Ma nel 219 a.C. Annibale attacco la città di Sagunto k ai trovava all interno della sfera di influenza Cartaginese e quindi non al di la dell’Ebro,ma Cartagine con questo gesto , fece un vero e proprio affronto a Roma xk questa città Hispanica era alleata di Roma(Sagunto era all interno del territorio cartaginese ma era come un isola indipendente nel potere Punico).Da qui scoppio un altra guerra, la Seconda guerra Punica appunto, k durò ben 16 anni.le fonti k abbiamo sono solo quelle Romane…e Roma cerca di far passare Cartagine come l aggressore e Roma la vittima…ma è facile intuire k la realtà è k entrambe cercavano un pretesto x tornare allo scontro.Anche se Cartagine aveva piu pretesti dovuti all umiliante fine k aveva fatto alla fine della prima guerra tra le 2 super-potenze.
Annibale presa Sagunto arrivò rapidamente nella Gallia Narbonese dove sconfisse i Celti k li avevano aggrediti (parte dei celti li comprò x combattere al suo fianco contro Roma) e nella Gallia Cisalpina….ebbe molte difficoltà a passare tra le Alpi soprattutto xk il suo esercito era molto vasto e non erano compresi solo fanti e cavalieri, ma aveva anke gli elefanti da guerra k furono questi ultimi coloro k ebbero piu difficoltà a passare nella neve delle alte montagne alpine.Dopo 15 giorni x attraversare le Alpi, Annibale sconfisse a Ticino in breve tempo il primo esercito Romano k gli era andato contro.Non perse tempo Annibale e assediò l città-colonie Romane di Cremona e Piacenza e poi scese direttamente nel sud d’Italia.Qui cercò di riorganizzare l esercito k non era molto abile nell assedio di città grandi e ben difese come Roma…cosi aspettò k arrivassero nuove armi, vettovaglie e viveri dalla sua madre-patria…nel frattempo Roma non era rimasta a guardare ma aveva organizzato una missione in Spagna…dove in breve tempo distrusse tutte le truppe Cartaginesi presenti nella penisola Hispanica.Un’altra abile mossa dei Romani fu quella di attuare la strategia del disturbo negli accampamenti militari di Annibale nel meridione; lo scopo non era quello di distruggerli ma semplicemente di dargli fastidio e indebolirli piano piano e a piccole dosi.Roma aveva pensato anke ad un altramossa strategica contro i cartaginesi..ovvero quella di distruggere tutte le navi da trasporto k dovevano rifornire Annibale di armi , viveri e vettovaglie..in questo modo Annibale non ebbe una vita facile xk non potè rinnovare l esercito e rimetterlo a nuovo con nuovi indumenti e armi soprattutto.
Nonostante tutte queste strategie, Annibale restava comunque un abilissimo generale, era un genio delle strategie militari e infatti riuscì a sconfiggere i Romani piu volte in particolare a Canne in cui attuò una nuova tattita, la tattica a cuneo da lui inventata k consisteva nel far avanzare il nemico facendogli credere k stesse vincendo..ma nel frattempo le sue truppe circondarono i soldati Romani e annientarli a quel punto era un gioco da ragazzi.
Ma quando i Romani, sotto la guida di Cornelio Scipione l’Africano(da non confondersi con me) , riuscirono a portare la guerra in casa cartaginese..ovvero nella attuale Tunisia, x l esattezza a Zama(stiamo nel 202 a.C)…Annibale adottò la stessa tattica k lo aveva reso vincente in Italia, la tattica a cuneo…ma l abile generale romano prevedendo le mosse di Annibale non cascò nella trappola…e anzi allungò il piu possibile il suo skieramento in modo da non farsi circondare…e questa mossa portò alla vittoria Romana definitiva k sconfisse i cartaginesi anke grazie alla voglia di rivendicazione dei veterani rimasti della guerra di Canne .
I Punici vennero massacrati a decine di migliaia e dovettero accettare una pace costosa e umiliante.
Annibale perse xk mentre stava in Italia, aveva atteso troppo le sue mosse, se l era presa comoda xk non pensava k i Romani riuscirono ad arrulare in pokissimo tempo un cosi vasto esercito a tal punto da distruggere il suo.Roma potè fare questo xk le sue provincie erano molto popolose.
Annibale lasciò in Italia meridionale spopolamento . Il tutto fu in parte risolto, quando Roma assegnò i territori del sud d’Italia ai veterani della battaglia di Zama e alle loro famiglie.Il tutto fu possibile xk Roma confiscò i territori agli alleati k si erano skierati con Annibale contro Roma…liberando cosi molto ager publicus da assegnare appunto come ricompensa ai soldati di Cornelio Scipione l’Africano.

FONTI : dai miei appunti presi alle lezioni di Storia Romana all univerità e dallo studio del libro : INTRODUZIONE ALLA STORIA DI ROMA di Emilio Gabba,Daniele Foraboschi,Dario Mantovani,Elio Lo Cascio(mio professore),Lucio Troiani.