Annibale si prepara alla guerra 

Annibale si prepara alla guerra

Annibale si prepara alla guerra


Latino

Hannibal, Sagunto capto, Carthaginem Novam in hiberna concesserat, ibique, auditis quae Romae quaeque Carthagine acta decretaque essent, seque non ducem solum sed etiam causam esse belli, partitis reliquiis praedae, nihil ultra differendum ratus, Hispani generis milites convocat. &quotCredo ego vos,” inquit &quotsocii, ipsos cernere, pacatis omnibus Hispaniae populis, aut finiendam nobis militiam exercitusque dimittendos esse aut in alias terras transferendum bellum; ita enim hae gentes non pacis solum, sed etiam victoriae bonis florebunt, si ex aliis gentibus praedam et gloriam quaeremus. Itaque cum longiqua a domo instet militia, incertumque sit quando domos vestras et quae cuique ibi cara sunt visuri sitis, si quis vestrum suos invisere vult, commeatum do. Primo vere edico adsitis, ut, diis bene iuvantibus, bellum ingentis gloriae praedaeque futurum incipiamus&quot.


Italiano

Annibale, espugnata Sagunto, si era ritirato negli accampamenti d’inverno a Nuova Cartagine, e là, ascoltati gli atti e i decreti che c’erano stati a Roma e a Cartagine, ritenendo di essere non solo il comandante ma anche la causa della guerra, divisi i resti del bottino, pensando a non differire oltre la guerra, convoca i soldati spagnoli. &quotIo credo che voi,” disse &quoto alleati, capiate che , dopo aver rappacificato tutti i popoli di Spagna, o dobbiamo licenziare l’esercito e finire la campagna o la guerra deve essere trasferita in altre terre; così infatti questi popoli prospereranno non solo del bene della pace ma anche della vittoria, se ci procureremo bottino e gloria da altri popoli. E così, poiché è imminente il servizio militare in paesi lontani da casa, e visto che è incerto quando (e se) rivedrete le vostre case e le cose che ci sono e che avete care, se qualcuno di voi vuole andare a trovare i propri parenti, lo congedo. Ordino che siate presenti all’inizio della primavera, affinché, con gli dei opportunamente favorevoli, intraprendiamo una guerra futura di ingente gloria e bottino.