ANALISI DELLA POESIA LA GATTA DI SABA

ANALISI DELLA POESIA LA GATTA DI SABA

UMBERTO SABA LA GATTA PARAFRASI


La tua gattina è diventata magra.
Altro male non è il suo che d’amore:
male che alle tue cure la consacra.

Non provi un’accorata tenerezza?
Non la senti vibrare come un cuore
sotto alla tua carezza?
Ai miei occhi è perfetta
come te questa tua selvaggia gatta,
ma come te ragazza
e innamorata, che sempre cercavi,
che senza pace qua e là t’aggiravi,
che tutti dicevano: «È pazza».
È come te ragazza.

PARAFRASI

La tua gattina è diventata magra. Il suo male non è altro che l’amore: un male che viene consacrato dalle tue cure. Non provi una certa tenerezza che viene dal cuore? non la senti vibrare come un piccolo cuore sotto il tuo tocco? Ai miei occhi, questa gatta è perfetta e innamorata come te, ragazza; che cercavi dappertutto l’amore, che ti aggiravi di qua e di là senza trovare pace, al punto che tutti dicevano: “è pazza”


ANALISI TESTO

Il poeta paragona l’amatissima giovane moglie, cui si rivolge alla gatta di casa, e la ricorda innamorata e selvaggia.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.