AMOR È UN DESIO FIGURE RETORICHE

AMOR È UN DESIO FIGURE RETORICHE

Giacomo da Lentini


Schema metrico:  sonetto con  rime  che  presentano  il  seguente  schema:

ABAB ABAB CDE CDE

Amore è uno desi[o] che ven da’ core
per abondanza di gran piacimento;
e li occhi in prima genera[n] l’amore
e lo core li dà nutricamento.
Ben è alcuna fiata om amatore
senza vedere so ’namoramento,
ma quell’amor che stringe con furore
da la vista de li occhi ha nas[ci]mento:
ché li occhi rapresenta[n] a lo core
d’onni cosa che veden bono e rio
com’è formata natural[e]mente;
e lo cor, che di zo è concepitore,
imagina, e [li] piace quel desio:
e questo amore regna fra la gente.

Figure retoriche

All’interno del testo hanno una notevole importanza le figure di ripetizione: tutto il testo è costruito sul ritorno continuo delle stesse parole chiave, in forma di iterazione, figura etimologica e poliptoto, in modo da sottolineare tutti i concetti portanti (amore, core, occhi, vista/veder):

________________________________________________________

VERSO 1-3: Iterazione > Amore … l’amore,

________________________________________________________

VERSO 1-4: Iterazione > … da’ core … e lo core (idem)

________________________________________________________

VERSI 5-6-7: Figura etimologica > amatore … ’namoramento … amor, la figura etimologica è la figura per cui si trovano a breve distanza parole differenti aventi la medesima radice etimologica (in questo caso amare/ amore).

________________________________________________________

VERSI 6-7: Poliptoto > vedere… vista, il poliptoto è la figura per cui una parola è ripetuta a breve distanza con mutazioni morfologiche. Per esempio lo stesso verbo coniugato in tempi, modi, persone diverse.

________________________________________________________

VERSO 8: Iterazione > occhi (v.7) – occhi (v.8)

________________________________________________________

VERSO 8: Iterazione > core, torna di nuovo dopo i vv. 1 e 4

________________________________________________________

VERSO 9: Poliptoto > veden con veder e vista ai vv. 6 e 8

________________________________________________________

VERSO 11: Iterazione > core, torna di nuovo dopo i vv. 1, 4 e 8

________________________________________________________

VERSO 11: Iterazione > amore, torna di nuovo dopo il v. 7

________________________________________________________

Altre figure retoriche

Oltre alle figure di ripetizione nel testo si trovano:

________________________________________________________

VERSO 4: Metafora > nutricamento è figura del fatto che l’amore è alimentato dal desiderio sviluppato dall’animo

________________________________________________________

VERSO 7: Metafora > stringe con furore, l’atto di stringere con ferocia è figura dell’intensità del sentimento che trae origine dalla vista

________________________________________________________

VERSO 9: Antitesi > bono e rio

________________________________________________________

VERSO 14: Metafora > regna, l’atto del regnare è figura della diffusione e della potenza dell’amore

________________________________________________________

VERSI 11-14: Polisindeto > e…e…e…