Achille a Sciro

Achille a Sciro

Achille a Sciro


Teti Nereide sapendo che Achille è suo figlio, benché avanzasse verso Troia, là si perse, gli affidò il trono nell’isola Sciro a Licomede. Lui quello tra le vergini delle figlie femmine salvava il nome modificato: infatti le vergini lo chiamarono Pirra, poiché i capelli furono biondi e i Greci detti pyrrhon. Gli Achei anche, essendo venuti a sapere là fosse nascosto, misero oratori al re Licomede, che avessero indagato affinché mettessero lui audizione di Danae. Il re negando che quello fosse a sé, face la sua potestà affinché cercasse la capitale. Quello non potendo capire perché fossero di loro, Ulisse pose nella capitale vestiti di lavoro di femmina, nei quali scudo ed asta, e subito diede il segnale con una tromba di guerra. Achille era imminente a purgare lo straniero, dilaniò la veste femminile e assalì anche lo scudo e la lancia. Da questo è conosciuto e la sua opera promise ad Argivo e al milite Mirmidone.